Parlano di noi

Investor Relations

Ad oggi Alma Italia Spa è stata valutata 30 milioni€ .
Per effettuare la scalata a livello italiano e confermarsi come leader del settore,
è essenziale un’iniezione di capitale di 5 Milioni €.
Alma Italia Spa garantisce l’aumento delle dimensioni della società stessa e delle tre differenti linee di business.

Le prospettive future derivano da una proiezione dei rendimenti attuali, delle attività in essere e dalle stime dei progetti futuri da implementare, molti dei quali hanno già avuto una risposta positiva dal mercato.
Gli obiettivi, successivamente dettagliati, riguardano la volontà del Gruppo di consolidare e spingersi verso nuove prospettive e mercati derivati.

Business Plan

Ricavi: il Business Plan prevede ricavi provenienti da tre diverse linee di business: bambuseti, lombricoltura, commercializzazione di prodotti derivanti da bambù. Il business dei bambuseti, composto dalla vendita di culmi e germogli, una volta a regime, genera un volume di ricavi costante nel tempo di circa Euro 2,76 milioni / anno. La lombricoltura, attraverso la vendita di humus, ha l’obiettivo di arrivare a Euro 2,6 milioni nel 2025, mentre con la commercializzazione dei prodotti derivanti dal bambù dovrebbe generare ricavi fino a raggiungere Euro 3 milioni nel 2025.

Costo del venduto (COGS): sulla base dei dati storici, il costo del venduto relativo ai bambuseti e alla lombricoltura è stimato circa al 22% dei ricavi; il costo del venduto relativo ai prodotti derivanti dal bambù è stimato in media al 36%.

Costi operativi: i costi operativi vengono suddivisi in Servizi, Personale, Prestazioni di Terzi, Fiere (relative ai prodotti derivanti dal bambù), Assicurazioni, Godimento Beni di Terzi e Oneri Diversi di Gestione. Tali costi sono stabili nel tempo e volti a fornire una struttura sufficiente per sostenere la crescita organica.

Il costo del venduto e i costi per servizi relativi ai bambuseti, dal momento che questi ultimi non generano ricavi fino alla crescita della piantagione, vengono patrimonializzati e portati a Conto Economico quando vi è la messa in produzione. I giorni medi di rotazione dei clienti e dei fornitori sono ipotizzati mediamente pari a 60.

Parlano di noi

Investor Relations

Ad oggi Alma Italia Spa è stata valutata 30 milioni€ .
Per effettuare la scalata a livello italiano e confermarsi come leader del settore, è essenziale un’iniezione di capitale di 5 Milioni €.
Alma Italia Spa garantisce l’aumento delle dimensioni della società stessa e delle tre differenti linee di business.

Le prospettive future derivano da una proiezione dei rendimenti attuali, delle attività in essere, e dalle stime dei progetti futuri da implementare, molti dei quali hanno già avuto una risposta positiva dal mercato.
Gli obiettivi, successivamente dettagliati, riguardano la volontà del Gruppo di consolidare e spingersi verso nuove prospettive e mercati derivati.

Business Plan

Ricavi: il Business Plan prevede ricavi provenienti da tre diverse linee di business: bambuseti, lombricoltura, commercializzazione di prodotti derivanti da bambù. Il business dei bambuseti, composto dalla vendita di culmi e germogli, una volta a regime, genera un volume di ricavi costante nel tempo di circa Euro 2,76 milioni / anno. La lombricoltura, attraverso la vendita di humus, ha l’obiettivo di arrivare a Euro 2,6 milioni nel 2025, mentre con la commercializzazione dei prodotti derivanti dal bambù dovrebbe generare ricavi fino a raggiungere Euro 3 milioni nel 2025.

Costo del venduto (COGS): sulla base dei dati storici, il costo del venduto relativo ai bambuseti e alla lombricoltura è stimato circa al 22% dei ricavi; il costo del venduto relativo ai prodotti derivanti dal bambù è stimato in media al 36%.

Costi operativi: i costi operativi vengono suddivisi in Servizi, Personale, Prestazioni di Terzi, Fiere (relative ai prodotti derivanti dal bambù), Assicurazioni, Godimento Beni di Terzi e Oneri Diversi di Gestione. Tali costi sono stabili nel tempo e volti a fornire una struttura sufficiente per sostenere la crescita organica.

Il costo del venduto e i costi per servizi relativi ai bambuseti, dal momento che questi ultimi non generano ricavi fino alla crescita della piantagione, vengono patrimonializzati e portati a Conto Economico quando vi è la messa in produzione. I giorni medi di rotazione dei clienti e dei fornitori sono ipotizzati mediamente pari a 60.

Contattaci

    Nome
    Cognome
    Telefono*
    Email


    *campo non obbligatorio

    la Privacy Policy

    Contattaci

      Nome
      Cognome
      Telefono*
      Email


      *campo non obbligatorio

      la Privacy Policy